L’introduzione di carburanti alternativi può contribuire a ridurre l’impatto dei motori sul futuro dell’ambiente.
I carburanti alternativi oggi in commercio sono il Biodiesel per i motori diesel e l’etanolo per i motori a benzina.
Il Biodiesel (RME) è l’alternativa più comune al diesel. Prodotto da olio di rapa e metanolo, ad oggi è permesso mischiare sino al 5% di biodiesel con diesel normale per essere in accordo con le normative Europee EN590 sullo standard dei carburanti diesel.
Se il biodiesel rispetta le normative EU EN14214, i motori Volvo Penta possono usare la miscela di diesel e biodiesel secondo la normativa europea. Il livello di emissioni del motore crescerà leggermente, e saranno necessarie manutenzioni più frequenti. Inoltre il biodiesel non è un carburante ad alta stabilità, quindi può ossidare nel sistema di carburazione, ha un effetto negativo su diversi materiali plastici ed in gomma che quindi dovranno essere controllati regolarmente e sostituiti ad intervalli frequenti per evitare perdite di liquidi, indebolisce la capacità dell’olio di lubrificare obbligando a dimezzare l’intervallo di sostituzione di olio e filtro rispetto allo standard.
I motori Volvo Penta possono essere usati con benzina miscelata ad etanolo con al massimo il 10% di etanolo che rispecchi le specifiche minime di ottani. Il carburante che contiene etanolo al 10% è chiamato E10.
Gli utilizzatori di questa miscela con etanolo devono prestare maggior attenzione al sistema di carburazione del loro motore poiché trattiene l’umidità, può contribuire alla corrosione dell’alluminio e può agire da solvente, lavando via i depositi o le contaminazioni. Volvo Penta ne sconsiglia l’utilizzo su imbarcazioni dotate di serbatoio in fibra di vetro.
Prima di usare carburanti alternativi è necessario verificare nel manuale dell’Operatore le caratteristiche che Volvo Penta stabilisce sui carburanti per i propri motori e rivolgersi a personale specializzato che chiarisca i termini di utilizzo, dia le informazioni necessarie per un uso sicuro e consapevole e comunichi le eventuali limitazioni alla garanzia.